6 Skills per una strategia di investimento vincente


Molti investitori comprano e vendono titoli senza seguire un piano preciso. Eppure, la riuscita di un investimento dipende in gran parte dalla strategia adottata. Come viene definita la strategia? E, soprattutto, a cosa debbiamo fare attenzione per scegliere quella giusta?

Spesso tra gli investitori si fa riferimento al ‘’market timing’’. Per gli anglosassoni il market timing, indica una strategia d’investimento attraverso la quale si cerca di comprare prima di un rialzo e di vendere prima di un ribasso. In pratica, si tratta di anticipare i movimenti del mercato. Detto così sembra una cosa piuttosto ovvia, d’altra parte nessuno compra con l’intenzione di perdere dei soldi. Eppure, il market timing è una strategia molto difficile e anche potenzialmente pericolosa, soprattutto se la si usa in un’ottica di breve periodo.


A pensarla nello stesso modo c’è anche Jack Bogle, fondatore del gruppo Vanguard, il quale ha affermato che il ‘’market timing’’ è impossibile. Anche nel caso si riuscisse a vedere nel momento giusto, appena prima di un ribasso, cosa comunque abbastanza rara di per sé, come si può poi avere l'intuizione giusta per riacquistare nel momento più adatto?”.


Insomma, azzeccarne una è già abbastanza difficile, azzeccarne due è quasi impossibile.


Detto ciò, vediamo quali sono i punti necessari da osservare per costruire una strategia di investimenti efficace.


1) Inizia ad investire il prima possibile

Più denaro viene investito, più potenziale ha di crescere. "Quando inizi presto, non solo ottieni gli effetti di capitalizzazione del capitale, ma crei anche l'opportunità di acquistare a un costo medio nel tempo".


L’effetto dell’interesse composto cresce nel tempo in modo esponenziale. L’interesse composto permette quindi di accumulare interessi su interessi, basandosi su tre semplici fattori: tempo, tasso d’interesse e capitale investito. Servono molti soldi da investire? No, è sufficiente iniziare ad investire una quota del risparmio il prima possibile.


2) Stabilisci un piano finanziario.

Un piano finanziario può aiutarti a capire la tua tolleranza al rischio in diversi momenti della tua vita, mentre ti muovi verso un chiaro obiettivo di pensionamento. Attenersi a un piano solido può anche aiutarti a evitare di cercare di trovare opportunità di mercato in base alle emozioni e può aiutarti a rimanere disciplinato, che è un fattore chiave negli investimenti a lungo termine. Se miri a realizzare degli obiettivi in ogni fase della vita, oltre a comprendere il proprio profilo di rischio, la strategia di investimento sarà progettata per aiutarti a mantenere la rotta e rimuovere l'opportunità di inseguire investimenti basati su trigger emotivi. Una volta compreso l'obiettivo di rendimento e la tolleranza al rischio, è possibile stabilire un'adeguata allocazione degli asset e applicare benchmark appropriati.


Nello sviluppo di una strategia di investimento, inizia a chiederti quali sono i tuoi obiettivi. Stabilire obiettivi e mettere da parte fondi per raggiungerli sono i primi passi sulla strada della libertà finanziaria. Elaborando i tuoi obiettivi finanziari e fissando e attenendosi a un budget, è possibile stabilire obiettivi realistici e realizzabili. Il tempo associato a ciascun obiettivo sarà uno dei fattori che influenzerà la tua strategia di investimento.


3) Creazione di una strategia di investimento

Definiti gli obiettivi di vita, dovresti impostare una giusta strategia di investimento.

Il Goal Based Investing è un approccio moderno ed innovativo che ha lo scopo di aiutare gli investitori a raggiungere obiettivi specifici o progetti in modo chiaro e semplice.

Il Goal Based Investing rappresenta una parte della pianificazione finanziaria. Non si focalizza sulla performance dei mercati, ma sul raggiungimento di obiettivi reali che sono il fulcro dell’intero processo di attuazione degli investimenti.


Inizia a raggruppare i tuoi obiettivi per periodo di tempo:

  • a breve termine: meno di un anno

  • medio termine: da uno a quattro anni

  • a lungo termine: cinque anni e oltre

Una volta fatto ciò, puoi iniziare a selezionare gli opportuni ‘’mattoncini’’ di investimento adatti al raggiungimento degli obiettivi. Per obiettivi a lungo termine, ad esempio, puoi scegliere una classe di investimenti più rischiosa: la volatilità a breve termine non ha importanza in quanto il tuo obiettivo è ricercare un apprezzamento del capitale nel tempo.


4) Definire l’Asset Allocation

L'asset allocation è il processo mediante il quale vengono decise le percentuali con cui un portafoglio deve investire nelle varie tipologie di investimento, al fine di massimizzare i proventi e minimizzare i rischi.


Le asset class su cui investire possono essere rappresentate da: azioni, obbligazioni, liquidità, commodity, alternativi liquidi e illiquidi, etc…



Il compito più complesso nella definizione dell’asset allocation è proprio quella di trovare le giuste proporzioni delle diverse asset class su cui investire. In larga misura, questa determinazione si basa sulla tempistica dei tuoi obiettivi finanziari.


Obiettivi a Breve Termine, se ad esempio uno degli obiettivi è l’acconto della prima casa, non è il caso di utilizzare asset molto rischiosi che potrebbero ridursi del 30%-40% proprio quando ne avresti bisogno a causa di una flessione inaspettata dei mercati. Quindi meglio investire in asset monetari, stabili e adatti per brevi periodi. Rinunciare al rendimento extra che potrebbe essere guadagnato lasciando gli impieghi nell’azionario, non vale il rischio di subire delle perdite proprio nel momento in cui c’è da pagare l’acconto della casa. I monetari sono anche utili per creare un fondo di riserva di emergenza, dal momento in cui non sai mai quando potresti averne bisogno.


Per gli obiettivi di medio termine (orizzonte temporale da uno a quattro anni), è auspicabile correre qualche rischio in più. In questo caso l’utilizzo di strumenti bilanciati tra azionari e obbligazionari, possono essere una alternativa valida. Bisogna sempre tener conto che con il passare del tempo un obiettivo di medio termine possa iniziare a diventare un obiettivo di breve termine e in questo caso dovresti spostare una porzione di capitale su strumenti più liquidi.


Per obiettivi a lungo termine (maggiori di cinque anni), possono essere utilizzati asset più rischiosi , come i titoli azionari, che offrono la migliore possibilità per raggiungere scopi che ti sei posto per un futuro più lontano.


5) Diversifica gli asset per una gestione fluida.

Per ogni tipologia di portafoglio e orizzonte temporale considerato, la maggiora parte dell’attenzione dovrà essere data al concetto di diversificazione.


Investire in un ampio ventaglio di asset può ridurre il rischio di delusioni: questa è l’essenza della diversificazione.


Pur non potendo garantire l’assenza di perdite, una diversificazione efficace può contribuire a proteggere il tuo portafoglio da fallimenti individuali e, in parte, da shock di mercato più ampi. Possedere una variegata gamma di beni amplia inoltre le tue possibilità nella ricerca di potenziali guadagni.


Costruire un portafoglio diversificato non è sempre un’impresa facile. Potrebbe richiedere risorse e competenze di cui, come investitore individuale, potresti non disporre. Per questo motivo, ci sono degli strumenti finanziari come i fondi Comuni, SICAV, ETF e Gestioni patrimoniali gestite da professionisti che incorporano il denaro di più risparmiatori al fine di poterlo investire in un più ampio ventaglio di attività.


6) Riequilibrare solo quando necessario.

Quest'ultimo consiglio torna utile per avere un solido piano finanziario. Nonostante si disponga di un piano e di una solida strategia di allocazione, di tanto in tanto dovrai modificare il tuo portafoglio. Con il passare del tempo, ti renderai conto che i pesi degli asset che avevi stabiliti originariamente sono cambiati per effetto della crescita di alcuni settori rispetto ad altri. Ciò significa che il rapporto originale sarà fuori controllo. Quindi potresti dover vendere alcuni degli asset che sono cresciuti troppo ed acquistare altre attività per tornare a ribilanciare la tua strategia originale. Considera questo ribilanciamento come una messa a punto per la tua strategia di investimento a lungo termine.


Mi auguro che questi 6 skills per costruire una strategia vincente possa aiutarti ad iniziare il tuo processo di investimenti per obiettivi. Se non lo fai, scoprirai che non avrai abbastanza fondi accumulati per raggiungere i tuoi obiettivi a lungo termine, perché avrai continuamente tirato fuori del denaro dal portafoglio per soddisfare obiettivi non pianificati a breve e medio termine.


Se sei interessato all’argomento e non sai come definire la tua strategia contattami, sarò lieto di darti tutto il supporto che ti occorre.
54 visualizzazioni0 commenti