Voice Marketing: come i Brands possono innovare la comunicazione con i loro clienti


L’uso della voce sarà il protagonista principale di una grande trasformazione digitale. La voce è al centro di un forte cambiamento comportamentale da parte dell’utente, accelerato anche dallo sviluppo tecnologico: 5G, Internet of Things (IoT), Artificial Intelligence (AI) e Machine Learning (ML).


Gli utenti, abituati a digitare le ricerche su pc o smartphone, stanno lasciando gradualmente la digitazione, il clic, lo scorrimento delle informazioni, per abbracciare il futuro uso del computer a mani libere e ad attivazione vocale. L’uso della voce ha iniziato ad essere un nuovo mezzo per interagire con la rete.


La storia della tecnologia e del marketing ci insegna che quando una trasformazione implica il cambiamento del comportamento dell’utente, cambiano le regole del gioco, cambia il modo di fare marketing, cambia il prodotto stesso.


Il maggiore utilizzo degli assistenti vocali ha aperto nuove opportunità agli operatori di marketing, poiché consente interazioni contestuali con gli utenti. La tecnologia vocale è vista dai marketer come uno strumento addizionale di comunicazione che può aiutare a creare maggiore interazione con il Brand a un livello completamente nuovo e più empatico.


Una recente ricerca di Juniper Research ha stimato che la spesa per annunci vocali potrebbe raggiungere i 19 miliardi di dollari entro i prossimi tre anni. Sebbene ad oggi siamo ancora in una fase embrionale nell’uso della voce, il potenziale di coinvolgimento, i livelli di targettizzazione e l’interattività offerti dal marketing vocale offre, per i Brands, una opportunità di valore troppo grande per essere ignorato. I guru del marketing stanno scommettendo sul fatto che la voce sia il futuro del marketing.


Come funzione praticamente il marketing vocale?

In tanti ormai conosciamo gli assistenti vocali come Alexa, Google Now, Cortana, Siri, Bixby, ai quali ci rivolgono per chiedere svariate informazioni. Man mano che la tecnologia vocale inizia a maturare, rappresentano un'opportunità emergente e sempre più importante per sfruttare la voce come canale di marketing.


In sintesi, il marketing vocale è un insieme di strategie di comunicazione utilizzate per raggiungere il pubblico di destinazione, attraverso l'uso di vari dispositivi abilitati alla voce.


L'idea è di incrementare le interazioni con gli utenti che utilizzano costantemente questi dispositivi, soprattutto in base a stime che prevedono un crescente sviluppo di utenti che prediligono i comandi vocali.


La menzione di dispositivi abilitati alla voce, proietta immediatamente una visione di altoparlanti intelligenti, ed è giusto che sia così. Questi dispositivi sono la base della rivoluzione nell’uso della tecnologia vocale e tali da aver generato un’ondata di adozione estesa a una vasta gamma di dispositivi intelligenti: TV, display, orologi, cuffie, vari dispositivi domestici e automobili. Il potenziale del marketing vocale è vasto, grazie alla sua capacità di essere fruibile in ogni momento e luogo come touch point con il cliente. Si pensi inoltre al grosso vantaggio di interazione che possono avere gli ipovedenti con il mondo esterno.


La domanda che ci viene spontanea ora è: in che modo i Brands possono sfruttare l'incredibile capacità del Voice marketing? Ecco qui di seguito tre suggerimenti da prendere in considerazione:

  1. Sonic branding

  2. Contenuti audio registrati come Podcast

  3. Ottimizzazione della ricerca vocale (VSO)

Il Sonic Branding è un aspetto relativamente nuovo ed inesplorato nel mondo del marketing che fa riferimento all'uso strategico di suoni e musica per rafforzare il riconoscimento del Brand. È l'equivalente audio del Brand visivo: ciò che il cliente sente e associa al Brand, come una melodia o un suono di avvio di una applicazione.


I Podcast sono contenuti audio in streaming che danno voce alla narrazione del Brand, approfondiscono temi legati al mondo a cui il Brand stesso appartiene, parlano a nuovi gruppi di pubblico. L’importanza del podcast è che è possibile accedervi tramite un unico dispositivo, utilizzando solo la voce e l’udito, senza leggere o digitare una tastiera, grazie all'interfaccia utente vocale. Potenziare la comunicazione aziendale con i podcast significa instaurare un rapporto di fiducia con il pubblico, basato sulla forza dei valori del Brand e sulla qualità delle storie che vengono raccontate.


La Voice Search Optimization (VSO) è una derivazione naturale della SEO per le ricerche vocali. Se per un Brand è di estrema importanza apparire per primi nei risultati delle ricerche di un utente, nell'era delle ricerche vocali, l'ottimizzazione VSO costituisce la prossima frontiera da raggiungere. Grazie ai costanti progressi dell'intelligenza artificiale, del machine learning e dell'elaborazione del linguaggio naturale, sarà possibile per i Brands ottenere maggiori quote di traffico dalla ricerca vocale. Un investimento in VSO sarà un enorme vantaggio nei prossimi anni per promuovere il valore del Brand, i loro prodotti o servizi per tutte le ricerche effettuate utilizzando dispositivi abilitati alla voce.


Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento oppure scrivimi per valutare insieme il potenziale di Voice marketing per la tua attività, e pensare a come il tuo mercato di riferimento potrebbe avvantaggiarsi dall’uso degli assistenti vocali e dai contenuti audio in generale.

Contact

Via G. Spadolini 10/A

20141 Milano - Italy​​

Tel: +39 335 8495450

francesco.filacchioni@NMG-Group.com

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • cinguettio
  • Instagram
  • Youtube
  • Pinterest

© 2023 by Personal Life Coach. Proudly created with Wix.com